Onere della prova e Responsabilità medica

L’ inadempimento deve essere qualificato!

Il paziente che agisca a fini risarcitori in un giudizio di responsabilità medica deve allegare con la domanda giudiziale un inadempimento qualificato, ossia in astratto idoneo a cagionare il danno che si postula subito.

 

Il Tribunale civile di Roma, sez. XIII, con sentenza depositata il 30 aprile 2015, ha affermato il principio per cui il paziente che agisce in giudizio per ottenere il risarcimento dei danni deve allegare con la domanda giudiziale non un mero inadempimento, bensì un inadempimento qualificato, ossia in astratto idoneo a cagionare il danno lamentato.

Nella sentenza in oggetto il giudice ripercorre l’evoluzione normativa e giurisprudenziale in materia di responsabilità medica, mettendo in luce che l’esigenza di tutelare il paziente deve essere contemperata con quella di non aggravare eccessivamente il compimento dell’atto medico e delle prestazioni sanitarie, considerata la loro rilevanza sociale.

In particolare, una volta affermata la natura contrattuale sia del rapporto tra la struttura sanitaria ed il paziente (c.d. contratto di spedalità, sulla base del rilievo che l’accettazione del paziente in ospedale comporta la conclusione di un contratto) che di quello del medico alle dipendenze dell’ospedale con il paziente (c.d. responsabilità da contatto sociale), la Cassazione – in base al principio di cui all’art. 1218 c.c – aveva progressivamente alleggerito gli oneri probatori gravanti sul paziente, fino a  richiedere a quest’ultimo di fornire solo la prova del contratto e l’allegazione  dell’inesatto inadempimento. In base a tale orientamento giurisprudenziale gravava di conseguenza sulla controparte l’onere di provare l’avvenuto ed esatto adempimento, nonchè  l’eventuale particolare difficoltà della prestazione effettuata.

Il Tribunale di Roma, sul solco della  sentenza della Cassazione sez. un. 11 gennaio 2008 n. 577, ha ritenuto invece che il creditore non possa dedurre un inadempimento generico, ma debba allegare un inadempimento qualificato, nel senso di “astrattamente efficiente alla produzione del danno”. L’attore deve indicare, pertanto, con precisione e specificità l’inadempimento, vale a dire “la mancata guarigione o l’aggravamento della patologia di ingresso ed i profili di inadempimento del medico e/o della struttura nosocomiale”. Compete invece al debitore dimostrare che l’inadempimento non c’è stato, ovvero che, pur esistendo, non è stato nella fattispecie eziologicamente rilevante nella produzione del danno.

 Per quanto concerne il nesso causale questo si considera sussistente laddove “in mancanza della condotta sanitaria censurabile (ovvero in presenza di una condotta più appropriata ed omessa) i risultati sarebbero stati diversi e migliori (per il paziente) secondo il principio del più probabile che non”.

Fonte:

http://lineelegali.com/responsabilita-medica-e-inadempimento-qualificato/

Blog Odontoiatria Legale

Продажа квартир на первом этаже. Хороша ли квартира на первом этаже? Однокомнатная квартира на первом этаже. Полезные самоделки для дома. Самоделки для дома своими руками. Полезные самоделки для дома. Оформление покупки авто. Быстрое оформление договора купли продажи авто. Порядок оформления авто. Кредит на развитие бизнеса. Где взять кредит для бизнеса. Кредит на развитие малого бизнеса. Уроки создания сайта на joomla. Лучшие joomla уроки бесплатно. Joomla интернет магазин уроки.
Joomla seo плагины. Joomla seo оптимизация. Настройка seo joomla. Ремонт дома своими руками. Как начать строить дом своими руками. Строительство дома с нуля. Seo продвижение сайтов. Качественная seo оптимизация сайта. Seo оптимизация своими руками.

Sempre in tema di consenso informato: una possibile soluzione” Mario Aversa


 Acquista il libro

Copertina-Libro-Mario-Aversa

Altre informazioni:


Segreteria-prenotazioni: +39.081.515.2323
e-mail: mario.aversa@libero.it
e-mail: dr.marioaversa@gmail.com
web: www.studiopolispecialisticoaversa.it


Iscriviti alla newsletter !!!
Privacy e Termini di Utilizzo

Seguici sui Social

Facebook
Linkedin