Nel diritto civile

La Responsabilità Civile rientra nella categoria più ampia delle responsabilità giuridiche e consiste nell’obbligo di risarcire il danno ingiusto conseguente a fatto illecito.

Esso si fonda su una molteplicità di norme distribuite in due grandi gruppi di cui agli artt. 2043 ss. c.c. e 1218 ss c.c. e può realizzarsi autonomamente o seguire ad una condanna penale  (art 185 c.p.)

All'interno della r.c. si rinviene la disciplina del cd. "fatto illecito" descritto, in via generale dall'art. 2043 c.c. che obbliga chiunque arrechi, con fatto proprio, doloso o colposo, un danno "ingiusto" ad altra persona, al risarcimento del danno.

Tradizionalmente la responsabilità civile si divide in contrattuale ed extracontrattuale. La seconda ha carattere residuale (di tipo logico-sistematico, non casistico), nel senso che la r.c. è del primo tipo quando il fatto-fonte coincide con l'inadempimento di un rapporto obbligatorio, qualunque ne sia la fonte; è del secondo tipo in tutti gli altri casi.

Seguici sui Social

Facebook
Linkedin