Warning: exif_read_data() [function.exif-read-data]: Unable to open file in /homez.533/odontole/www/SITO-VECCHIO/libraries/joomla/registry/format.php on line 2

Warning: preg_replace() [function.preg-replace]: Empty regular expression in /homez.533/odontole/www/SITO-VECCHIO/libraries/joomla/registry/format.php on line 3
Home Odontolex!Odontolex - sito dinamico di odontoiatria legale https://odontolex.it/SITO-VECCHIO/index.php 2013-08-13T06:46:51Z Joomla! 1.5 - Open Source Content Management 04.06.2013 - n. 14024 – Cassazione civile – Sez. III 2013-07-25T15:46:28Z 2013-07-25T15:46:28Z https://odontolex.it/SITO-VECCHIO/sentenze-civile/consenso-informato/499-04062013-n-14024--cassazione-civile--sez-iii.html Odontolex [email protected] <p style="text-align: justify;"><span style="color: #000080;"><strong>RESPONSABILITÀ MEDICA: NO ALL’ESTENSIONE DEL CONSENSO FIRMATO DAL MALATO AD UNA OPERAZIONE DIVERSA DA QUELLA PREVISTA</strong></span></p> <p style="text-align: justify;">Così ha deciso la Sezione III Civile della  nostra Corte di Cassazione, chiamata a  pronunciarsi sul ricorso proposto da un  paziente che aveva riportato una grave incontinenza alle feci solide come complicanza di un intervento di “fisolta perianale trans- sfinterica”, pur avendo prestato il proprio consenso al diverso intervento di “fistola  sacrococcigea”.</p> <p style="text-align: justify;"><span style="color: #000080;"><strong>RESPONSABILITÀ MEDICA: NO ALL’ESTENSIONE DEL CONSENSO FIRMATO DAL MALATO AD UNA OPERAZIONE DIVERSA DA QUELLA PREVISTA</strong></span></p> <p style="text-align: justify;">Così ha deciso la Sezione III Civile della  nostra Corte di Cassazione, chiamata a  pronunciarsi sul ricorso proposto da un  paziente che aveva riportato una grave incontinenza alle feci solide come complicanza di un intervento di “fisolta perianale trans- sfinterica”, pur avendo prestato il proprio consenso al diverso intervento di “fistola  sacrococcigea”.</p> 2° Congresso nazionale OeLle 2013-07-25T15:16:49Z 2013-07-25T15:16:49Z https://odontolex.it/SITO-VECCHIO/eventi/498-2d-congresso-nazionale-oelle.html Odontolex [email protected] <p><strong>2° congresso nazionale OeLle</strong></p> <p>Bologna, 15 e 16 novembre 2013</p> <p> </p> <p>per la brochure clicca <a href="https://odontolex.it/SITO-VECCHIO/images/stories/OELLE_NAZIONALE_2013_ECM.pdf" target="_blank">qui</a></p> <p>Per la scheda di iscrizione clicca <a href="https://odontolex.it/SITO-VECCHIO/images/stories/odontolex/pdf/SCHEDA_ISCRIZIONE_20131.pdf" target="_blank">qui</a></p> <p><a href="http://www.oelle.org/8-istituzionale/114-congresso-nazionale" target="_blank">http://www.oelle.org/8-istituzionale/114-congresso-nazionale</a></p> <br /> <p><strong>2° congresso nazionale OeLle</strong></p> <p>Bologna, 15 e 16 novembre 2013</p> <p> </p> <p>per la brochure clicca <a href="https://odontolex.it/SITO-VECCHIO/images/stories/OELLE_NAZIONALE_2013_ECM.pdf" target="_blank">qui</a></p> <p>Per la scheda di iscrizione clicca <a href="https://odontolex.it/SITO-VECCHIO/images/stories/odontolex/pdf/SCHEDA_ISCRIZIONE_20131.pdf" target="_blank">qui</a></p> <p><a href="http://www.oelle.org/8-istituzionale/114-congresso-nazionale" target="_blank">http://www.oelle.org/8-istituzionale/114-congresso-nazionale</a></p> <br /> 22.03.2013 - n. 13542 – Cassazione Penale – Sez. IV 2013-07-25T15:08:50Z 2013-07-25T15:08:50Z https://odontolex.it/SITO-VECCHIO/sentenze-penale/varie/497-22032013-n-13542-cassazione-penale-sez-iv.html Odontolex [email protected] <p style="mso-margin-top-alt: auto; mso-margin-bottom-alt: auto; text-align: justify; line-height: normal;"><strong style="mso-bidi-font-weight: normal;">Ma nei casi dubbi è d’obbligo indagare </strong></p> <p style="mso-margin-top-alt: auto; mso-margin-bottom-alt: auto; text-align: justify; line-height: normal;">Non serve ad assolvere il medico lo “scudo” della specializzazione: l’errore diagnostico si configura non solo quando, in presenza di uno o più sintomi di una malattia, non si riesca a inquadrare il caso clinico in una patologia nota alla scienza o si arrivi a un inquadramento erroneo, ma anche quando si ometta di analizzare gli esiti degli esami e di eseguire o disporre controlli e accertamenti doverosi ai fini di una corretta formulazione della diagnosi.</p> <p style="mso-margin-top-alt: auto; mso-margin-bottom-alt: auto; text-align: justify; line-height: normal;"><strong style="mso-bidi-font-weight: normal;">Ma nei casi dubbi è d’obbligo indagare </strong></p> <p style="mso-margin-top-alt: auto; mso-margin-bottom-alt: auto; text-align: justify; line-height: normal;">Non serve ad assolvere il medico lo “scudo” della specializzazione: l’errore diagnostico si configura non solo quando, in presenza di uno o più sintomi di una malattia, non si riesca a inquadrare il caso clinico in una patologia nota alla scienza o si arrivi a un inquadramento erroneo, ma anche quando si ometta di analizzare gli esiti degli esami e di eseguire o disporre controlli e accertamenti doverosi ai fini di una corretta formulazione della diagnosi.</p> Aggiornamento importi danno biologico 2013 2013-07-08T16:38:51Z 2013-07-08T16:38:51Z https://odontolex.it/SITO-VECCHIO/lex/leggianorme/496-aggiornamento-importi-danno-biologico-2013.html Odontolex [email protected] <p style="margin-bottom: .0001pt; line-height: normal;">Pubblichiamo due aggiornamenti dei valori economici relativi al Danno biologico, rispettivamente a cura del tribunale di Milano e del Ministero dello Sviluppo Economico.</p> <p style="margin-bottom: .0001pt; line-height: normal;">Pubblichiamo due aggiornamenti dei valori economici relativi al Danno biologico, rispettivamente a cura del tribunale di Milano e del Ministero dello Sviluppo Economico.</p> 17.05.2013- n. 21220 - Cassazione Penale Sez. VI° 2013-07-04T07:26:14Z 2013-07-04T07:26:14Z https://odontolex.it/SITO-VECCHIO/sentenze-penale/odontoiatria/495-17052013-n-21220-cassazione-penale-sez-vid.html Odontolex [email protected] <p style="margin-bottom: .0001pt; text-align: justify; line-height: normal;">Interessante sentenza della Cassazione Penale sull’obbligo di vigilanza del responsabile di un centro odontoiatrico circa i titoli, le conoscenze e la competenza tecnica dei propri collaboratori, pena la condanna per i reati di concorso nell’esercizio abusivo della professione e  di lesioni.</p> <p style="margin-bottom: .0001pt; text-align: justify; line-height: normal;">Interessante sentenza della Cassazione Penale sull’obbligo di vigilanza del responsabile di un centro odontoiatrico circa i titoli, le conoscenze e la competenza tecnica dei propri collaboratori, pena la condanna per i reati di concorso nell’esercizio abusivo della professione e  di lesioni.</p> 04.06.2013 - n° 14017 - Cassazione Civile Sez. Lavoro 2013-07-04T06:45:58Z 2013-07-04T06:45:58Z https://odontolex.it/SITO-VECCHIO/sentenze-civile/varie/494-04062013-nd-14017-cassazione-civile-sez-lavoro.html Odontolex [email protected] <p style="margin-bottom: .0001pt; text-align: justify; line-height: normal;"><strong><img style="margin-right: 12px; margin-bottom: 12px; float: left;" src="https://odontolex.it/SITO-VECCHIO/images/stories/odontolex/JPG/tribunale.jpg" alt="tribunale" width="200" height="133" />Danno esistenziale esiste, ma può esser incluso nel danno biologico</strong></p> <p style="mso-margin-top-alt: auto; mso-margin-bottom-alt: auto; text-align: justify; line-height: normal;">Con la sentenza n. 14017/2013 la Corte di Cassazione nel confermare la sentenza della Corte di Appello di Catania fornisce un altro importante contributo in tema di quantificazione e risarcimento del danno esistenziale.</p> <p style="mso-margin-top-alt: auto; mso-margin-bottom-alt: auto; text-align: justify; line-height: normal;">Il caso è quello di un dipendente di una società soggetto a diverse sanzioni disciplinari e per ultimo a licenziamento per giusta causa per motivazioni che la Corte territoriale ritiene infondate per mancanza di idonei elementi probatori, di conseguenza l’organo giudiziario dichiara illegittimi tutti i provvedimenti della società.</p> <p style="margin-bottom: .0001pt; text-align: justify; line-height: normal;"><strong><img style="margin-right: 12px; margin-bottom: 12px; float: left;" src="https://odontolex.it/SITO-VECCHIO/images/stories/odontolex/JPG/tribunale.jpg" alt="tribunale" width="200" height="133" />Danno esistenziale esiste, ma può esser incluso nel danno biologico</strong></p> <p style="mso-margin-top-alt: auto; mso-margin-bottom-alt: auto; text-align: justify; line-height: normal;">Con la sentenza n. 14017/2013 la Corte di Cassazione nel confermare la sentenza della Corte di Appello di Catania fornisce un altro importante contributo in tema di quantificazione e risarcimento del danno esistenziale.</p> <p style="mso-margin-top-alt: auto; mso-margin-bottom-alt: auto; text-align: justify; line-height: normal;">Il caso è quello di un dipendente di una società soggetto a diverse sanzioni disciplinari e per ultimo a licenziamento per giusta causa per motivazioni che la Corte territoriale ritiene infondate per mancanza di idonei elementi probatori, di conseguenza l’organo giudiziario dichiara illegittimi tutti i provvedimenti della società.</p> 19.04.2013 - n. 18185 - Cassazione Penale Sez. IV 2013-07-04T06:36:24Z 2013-07-04T06:36:24Z https://odontolex.it/SITO-VECCHIO/sentenze-penale/consenso-informato/493-19042013-n-18185-cassazione-penale-sez-iv.html Odontolex [email protected] <p style="mso-margin-top-alt: auto; mso-margin-bottom-alt: auto; line-height: normal;"><strong><span style="color: #000080;">Lesioni gravi e gravissime</span></strong></p> <p style="line-height: normal; text-align: justify;">Un nuovo consenso informato è necessario solo in caso di atto operatorio più grave rispetto a quello per il quale è stato espresso l'iniziale consenso.</p> <p style="mso-margin-top-alt: auto; mso-margin-bottom-alt: auto; line-height: normal;"><strong><span style="color: #000080;">Lesioni gravi e gravissime</span></strong></p> <p style="line-height: normal; text-align: justify;">Un nuovo consenso informato è necessario solo in caso di atto operatorio più grave rispetto a quello per il quale è stato espresso l'iniziale consenso.</p> Ministero a medici: segnalate eventi avversi filler! 2013-07-04T06:27:16Z 2013-07-04T06:27:16Z https://odontolex.it/SITO-VECCHIO/professione-odontoiatra/492-ministero-a-medici-segnalate-eventi-avversi-filler.html Odontolex [email protected] <p style="mso-margin-top-alt: auto; mso-margin-bottom-alt: auto; text-align: justify; line-height: normal;"><img style="margin-right: 12px; margin-bottom: 12px; float: left;" src="https://odontolex.it/SITO-VECCHIO/images/stories/odontolex/JPG/file41112944936121.jpg" alt="file41112944936121" width="139" height="94" />Le punturine spiana-rughe, i cosiddetti filler, sono l'intervento di medicina estetica più richiesto in assoluto in Italia, ma sono pochissime le segnalazioni di eventi avversi da parte di chi le effettua."Sono circa 2.200 i prodotti disponibili sul mercato, ma dal 2005 abbiamo ricevuto 97 segnalazioni di effetti collaterali. Se i medici non inviano queste notifiche e non ci danno le informazioni di cui abbiamo bisogno, il ministero della Salute non può ritirare i prodotti pericolosi. Anche nel caso delle protesi mammarie Pip, se avessimo avuto i dati avremmo potuto prevenire il problema".</p> <p style="mso-margin-top-alt: auto; mso-margin-bottom-alt: auto; text-align: justify; line-height: normal;"><img style="margin-right: 12px; margin-bottom: 12px; float: left;" src="https://odontolex.it/SITO-VECCHIO/images/stories/odontolex/JPG/file41112944936121.jpg" alt="file41112944936121" width="139" height="94" />Le punturine spiana-rughe, i cosiddetti filler, sono l'intervento di medicina estetica più richiesto in assoluto in Italia, ma sono pochissime le segnalazioni di eventi avversi da parte di chi le effettua."Sono circa 2.200 i prodotti disponibili sul mercato, ma dal 2005 abbiamo ricevuto 97 segnalazioni di effetti collaterali. Se i medici non inviano queste notifiche e non ci danno le informazioni di cui abbiamo bisogno, il ministero della Salute non può ritirare i prodotti pericolosi. Anche nel caso delle protesi mammarie Pip, se avessimo avuto i dati avremmo potuto prevenire il problema".</p> Medicina difensiva. Allo Stato costa 10 mld. Le proposte per ridurre il fenomeno 2013-07-04T06:19:41Z 2013-07-04T06:19:41Z https://odontolex.it/SITO-VECCHIO/professione-odontoiatra/491-medicina-difensiva-allo-stato-costa-10-mld-le-proposte-per-ridurre-il-fenomeno.html Odontolex [email protected] <p style="text-align: justify;"><strong><em>A discutere ed analizzare un fenomeno sempre più diffuso si sono alternati nel corso di un convegno di studi promosso da Cosmec con il contributo di Merck Serono giuristi, professionisti della salute e rappresentanti  delle Istituzioni. Tra le soluzioni proposte un miglioramento della formazione Ecm per il rapporto medico-paziente e la promozione della conciliazione.</em></strong></p> <p style="text-align: justify;"><strong><em>A discutere ed analizzare un fenomeno sempre più diffuso si sono alternati nel corso di un convegno di studi promosso da Cosmec con il contributo di Merck Serono giuristi, professionisti della salute e rappresentanti  delle Istituzioni. Tra le soluzioni proposte un miglioramento della formazione Ecm per il rapporto medico-paziente e la promozione della conciliazione.</em></strong></p> 08.04.2013 – n. 8527 – Cassazione Civile Sez. II 2013-07-04T05:38:32Z 2013-07-04T05:38:32Z https://odontolex.it/SITO-VECCHIO/sentenze-civile/consenso-informato/490-08042013-n-8527-cassazione-civile-sez-ii.html Odontolex [email protected] <p style="mso-margin-top-alt: auto; mso-margin-bottom-alt: auto; text-align: justify; line-height: normal; mso-outline-level: 1;"><span style="color: #000080;"><strong>La carenza di consenso informato non genera invalidità del rapporto medico-professionale</strong></span></p> <p style="text-align: justify;">Corte di Cassazione Civile, sezione seconda, sentenza n. 8527 dell’8 Aprile 2013. Il consenso informato consiste nell’onere posto dall’ordinamento in capo al medico professionista di informare il paziente circa la natura e la portata dei trattamenti terapeutici o degli esami diagnostici che il sanitario stesso ritiene opportuno applicare.</p> <p style="mso-margin-top-alt: auto; mso-margin-bottom-alt: auto; text-align: justify; line-height: normal; mso-outline-level: 1;"><span style="color: #000080;"><strong>La carenza di consenso informato non genera invalidità del rapporto medico-professionale</strong></span></p> <p style="text-align: justify;">Corte di Cassazione Civile, sezione seconda, sentenza n. 8527 dell’8 Aprile 2013. Il consenso informato consiste nell’onere posto dall’ordinamento in capo al medico professionista di informare il paziente circa la natura e la portata dei trattamenti terapeutici o degli esami diagnostici che il sanitario stesso ritiene opportuno applicare.</p>