Andamento dei contenziosi medico legali secondo i dati ANIA

Recentemente sono stati pubblicati i dati ANIA sull’andamento dei contenziosi medico legali 2007 e 2008[i]. Qualcuno ha espresso soddisfazione per i dati del 2008 che hanno visto una riduzione delle denunce ai medici[ii].

Tuttavia se osserviamo i dati a partire dal 2001, le denunce ai medici sono altalenanti e non si vede per quale meccanismo dovremmo aspettarci una riduzione nei prossimi anni. Il contenzioso medico legale è una moderna forma di conflittualità sociale[iii]. E’ l’epifenomeno di un malessere sociale e professionale sanitario. Per ridurre la conflittualità occorrerebbe adottare delle misure derivanti dall’analisi delle ragioni profonde del fenomeno. Invece le misure adottate per cercare di ridurla si rifanno a metodi aziendali: la medicina paradigmatica (linee guida ed EBM), il risk management e le misure di tipo giuridico (camere di conciliazione ed arbitrali). Evidentemente, visti i risultati, queste misure aziendali associate alla medicina difensivistica non sono riuscite a ridurre la conflittualità. La visione economicistica della sanità nasce con la legge 502 del 1992. Con l’entrata in regime di questa legge esplodono tre fenomeni: la mobilità sanitaria, il ricorso alle medicine alternative/complementari e i contenziosi[iv]. E’ forse giunto il momento di pensare ad altre soluzioni richiamando i principi espressi dalla illuminata legge 833 del 1978. Se da una parte è la politica che deve accollarsi gli auspicabili cambiamenti sociali, dall’altra i medici devono rilegittimarsi di fronte alla società alla quale appartengono. A tale scopo occorre ri-scoprire il ruolo sociale del medico impegnandosi a ricoprire il ruolo di maestri di educazione sanitaria in contrapposizione allo screditante ruolo di venditori di prestazioni sanitarie. Scambiare la salute per una merce da consumare è un grave errore concettuale che va combattuto. Le soluzioni che comportano un aumento dei consumi sanitari invece che tutelare la salute delle persone  sono perdenti a medio/lungo termine.

Con un po’ di intuito, di immaginazione, di creatività e buona volontà non sarebbe difficile trovare delle soluzioni utili a tutelare la salute delle persone e la professionalità dei medici.

Trieste, 06/08/2010                                                                Nick Sandro Miranda


[i] Doctor News 33, Asl, boom di denunce per malpractice, 26 Luglio 2010.

[ii] Doctor News 33, Fiaso, confortante calo contenziosi contro medici, 5 Agosto 2010.

[iii] Cavicchi Ivan, Medicina e sanità: snodi cruciali, Edizioni Dedalo, Bari 2010, p.260.

[iv] Fondazione Zoè, Gianpaolo Braga, La comunicazione della salute: un manuale, Raffaello Cortina Editore,

Milano 2009, p.210-1.

Sempre in tema di consenso informato: una possibile soluzione” Mario Aversa


 Acquista il libro

Copertina-Libro-Mario-Aversa

Altre informazioni:


Segreteria-prenotazioni: +39.081.515.2323
e-mail: web: www.studiopolispecialisticoaversa.it